Aggiornamenti Social: le foto 3D di Facebook chi le può condividere?

L’ultimo aggiornamento dai Social:  riguarda la nuova funzione che permette di ricreare un effetto 3D alle foto. L’effetto potrà essere visualizzato da browser, app e sistemi VR.

L’effetto 3D è basato su un sistema di riconoscimento tra sfondo e primi piani che genera un effetto parallasse (effetto per il quale un oggetto sembra spostarsi rispetto allo sfondo). In questo modo Facebook ha creato una sorta di illusione che fa sembrare di essere all’interno della foto.

Chi può beneficiare delle foto 3D di Facebook?

Purtroppo al momento chi può beneficiare delle immagini in 3D sono solo i possessori di iPhone in particolare solo con le foto scattate in modalità ritratto con iPhone 7 Plus, iPhone 8 Plus, iPhone X o iPhone XS. Per il sistema Android bisognerà ancora aspettare. Non solo chi possiede gli iPhone nella lista menzionata potrebbe non avere ancora questa funzione: quindi in definitiva la possibilità di pubblicare foto in 3D arriverà nelle prossime settimane.

Per i pochi che lo possono fare, come si condividono le foto 3D di Facebook?

  1. Occorre creare un nuovo post
  2. Occorre avere foto scattate in modalità ritratto, scelta una di queste foto tra i tipi di contenuti che si possono pubblicare ci sarà anche la voce Foto 3D
  3. Fatto questo Facebook analizzerà la fotografia ed il contenuto riconoscendo i livelli di profondità e ricreando l’effetto 3D.
  4. Per avere un effetto ottimale meglio i contrasti di colore con lo sfondo (NO ROSSO SU ROSSO ETC..)

Come viene creato l’effetto in 3D?

L’immagine viene sezionata in vari strati, dividendo le distanze tra il soggetto e lo sfondo. Per questo non possono essere usate tutte le tipologie di foto ma solo quelle prodotte dal sistema sistema TrueDepth di Apple o sistemi simili.

Guarda il video per saperne di più .

Segui tutte le news dal nostro blog.

[Iscriviti alla nostra news letter per scoprire gli ultimi aggiornamenti] [Ti può interessare anche: Corso di Web Marketing]

Iscriviti alla nostra news letter per scoprire gli ultimi aggiornamenti




Ti potrebbe interessare anche